image

Quest’anno l’appuntamento per la “Corsa a coppie dell’Innominato” è stata per il 23 settembre, a Vercurago, con un tracciato davvero spettacolare e mozzafiato tra lago e montagna, con lo spettacolare passaggio alla rocca.
E’ stata l’edizione numero 4 per la manifestazione che in poco tempo è diventata un appuntamento irrinunciabile per tanti appassionati di running.

Si corre a coppie lungo un panoramico percorso di 10 chilometri con partenza e arrivo all’Oratorio di Vercurago.
Detta cosi sembrerebbe una corsetta da poco visto la distanza totale da percorrere ma non fate questo gravissimo errore perchè a fare la differenza tra una corsetta e una corsa seria c’è la temuta “altimetria”.

Di seguito il grafico dell’altimetria relativa alla corsa in oggetto. Giudicate voi…

1460384143

E con tutta questa bellissima prefazione, secondo voi gli Sgurbat Runners potevano non partecipare? “Ahahahahahahaha!!!”

Gli Sgurbat Runners si sono presentati con una squadra composta dai loro migliori atleti.

IMG-20170926-WA0001
A dimostrazione del valore degli atleti scesi in campo (compresi gli atleti Junior), la classifica finale parla chiaro:

Coppie Miste:
10° Simone Crippa/Mustica Teresa
18° Rigamonti Teresa/Galbiati Stefano

Coppie Femminili :
13° Katia/Morgana

Coppie Maschili :
16° Grigi Marco/Maggioni Lorenzo
17° Perego Davide/Ferri Umberto
28° Girardi Paolo/Fiamberti Roberto
57° Filigura Alessandro/Cereda Doriano
72° Mattavelli Igor/Galantino Luca
77° Colombo Fabio/Gerosa Fabrizio
94° Colombo Simone/Guastamacchia Rocco

Foto gara

Doveroso qualche cenno storico per far capire meglio l’atmosfera che gli Sgurbat hanno respirato. Ricordatevi che gli Sgurbat non sono solo dei fantastici atleti ma sono principalmente utilizzatori rispettosi dei territori.
Vercurago si trova a cinque chilometri da Lecco, dove un bellissimo castello domina il paese e il bellissimo paesaggio. Il castello posto 180 metri sopra il livello del lago è raggiungibile a piedi attraverso un breve sentiero in circa 30 minuti.
La tradizione popolare ha voluto considerare questo come il luogo al quale si è ispirato Alessandro Manzoni per ambientare il Castello dell’Innominato per via della sua collocazione impervia e arcigna dalla quale si domina il lago di Garlate, il Monte Barro e l’abitato di Vercurago.

Complimenti a tutti i volontari dell’oratorio di Vercurago perchè per l’ennesima volta hanno svolto un bellissimo lavoro, organizzazione impeccabile. Bravi…

 

Alè SGURBAT alè.
Avanti così!